Massimo Polidoro conversa con Valentina Bosetti e Ugo Bardi

CRESCITA SOSTENIBILE:
UNA SFIDA EPOCALE
21 APRILE

Scheda Evento

Cinquanta anni fa il Club di Roma pubblicava il suo primo rapporto “I limiti della crescita”, un’opera spartiacque per l’ambientalismo scientifico. Commissionato all’MIT di Boston, il rapporto fu il primo studio a esplorare in modo sistematico le ricadute ambientali delle sempre più pervasive attività umane. Allora gli autori avvertirono che, in mancanza di cambiamenti sostanziosi, gli effetti di questo impatto sul pianeta si sarebbero sentiti nei primi decenni del XXI secolo. Una previsione che si è puntualmente avverata. Che cosa si sta facendo oggi per perseguire modelli di sviluppo diverso? Se vogliamo evitare o forse più realisticamente mitigare la doppia crisi del cambiamento climatico e dell’esaurimento delle risorse, dobbiamo muoverci con decisione verso nuovi modi di fare le cose e liberarci dalla nostra dipendenza dai combustibili fossili. Servono misure politiche ed economiche che garantiscano la salvaguardia dell’ambiente e investimenti per lo sviluppo tecnologico, il nostro più potente alleato nella lotta ai cambiamenti climatici. Oggi ci sono diverse strade possibili per ridurre le emissioni, abbiamo tecnologie per l’energia rinnovabile che non esistevano quando fu pubblicato il primo rapporto nel 1972, ma alcune di queste comportano un comportamento diverso da parte di ognuno di noi. La Terra appartiene a tutti ed è fondamentale che ognuno faccia la sua parte. Riusciremo ad affrontare e a vincere la sfida epocale della transizione energetica?

Valentina Bosetti
Laureata in scienze ambientali, ha un master in economia e insegna all’Università Bocconi Economia dell’ambiente e del cambiamento climatico. È senior scientist all’European Institute on Economics and the Environment (EIEE). Valentina Bosetti ha collaborato con la Fondazione Eni Enrico Mattei dal 2003 al 2018. È stata visiting fellow al Princeton Environmental Institute nel 2009/2010 e a Stanford nel 2014/2015. È una dei lead authors dell’IPCC ed è stata presidente dell’Italian Association of Environmental and Resource Economics and council member of the European one. Ha fatto ricerca per il Grant on Innovation and clean technologies (ICARUS) e sta lavorando allo Starting Grant su Uncertainty and Climate Change (RISICO), con un focus specifico sulla percezione del cambiamento climatico e delle relative politiche. Da maggio 2020 a maggio 2023 è stata Presidente di Terna.

Ugo Bardi
È stato docente nel Dipartimento di Chimica dell’Università degli studi di Firenze, ricercatore su nuove fonti energetiche e scenari della transizione energetica. Membro del comitato esecutivo del Club di Roma, come pure della World Academy of Art and Sciences, e del comitato scientifico della Società Italiana di Dinamica dei Sistemi. E’ autore di numerosi libri, in particolare sulle risorse energetiche e sul futuro, come “The Limits to Growth Revisited” (2011), “Extracted” (2014), “The Seneca Effect” (2017), “Before the Collapse” (2019), “The Empty Sea” (2020) e come pure editore del recente rapporto al Club di Roma “Limits and Beyond”.