In ottemperanza  al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8/03/2020 gli uffici e la biglietteria del Teatro Menotti saranno chiusi per l’emergenza sanitaria sino a data da definire. Tutte le informazioni sugli annullamenti e gli spostamenti degli spettacoli previsti saranno comunicati sul nostro sito e sui nostri canali social. Per altre informazioni vi preghiamo di inviare una mail a biglietteria@tieffeteatro.it

Amici, soprattutto un saluto.
E’da un bel po’ che stiamo in silenzio, sopraffatti da quello che sta succedendo. Abbiamo solamente voglia di dirvi che tutti noi del Menotti siamo ancora qui, divisi, ma connessi quotidianamente, per provare a raccontare il futuro del nostro teatro, senza rastrellare illusioni tra la sabbia delle rassegne stampa e dei bollettini, ma con la sicurezza che davvero tutto andrà bene. Presto.

Giusto poco più di un mese fa brindavamo tutti insieme al salvataggio, alla riapertura del nostro e vostro teatro e ora vedere il nostro cancello chiuso certamente un pochino di tristezza in più ci viene. Ma dura poco, deve durare poco.

Abbiamo davvero voglia di rivedervi, perché costituite il senso della nostra scelta di vita, oggi quanto mai complicata, e faremo di tutto perché non perdiate i biglietti acquistati, i vostri abbonamenti, le prenotazioni e soprattutto l’affetto che ci state dimostrando. Ci mancherebbe altro! In questi giorni siete stati contattati o verrete contattati dalla nostra biglietteria e dagli altri gestori di vendita per trovare soluzioni e garantire comunque i vostri diritti acquisiti.
Purtroppo al momento non è possibile fissare una data certa per la riapertura del teatro, ma sappiamo già che sarà sicuramente una festa a cui sarete tutti invitati, se è vero come è vero che il teatro è l’arte della partecipazione e dell’incontro.

GRAZIE!!

In questo oceano di solidarietà e atti di condivisione che davvero riempie il cuore di tutti, vogliamo anche noi del Menotti fare la nostra parte. Vogliamo urlare il nostro grazie a tutto il personale sanitario e parasanitario che sta lavorando senza soste e con enormi fatiche e disagi in queste terribili settimane e lo vogliamo fare con quello che abbiamo, con quello che possiamo, magari poco, ma offerto con amore sincero.

Dalla fine dell’emergenza e per tutta la stagione teatrale offriremo l’ingresso gratuito con accompagnatore agli infermieri, ai medici e al personale degli ospedali cittadini, per restituire in minima parte quello che loro ci hanno regalato.

Abbiamo creato un indirizzo mail dedicato grazie@teatromenotti.org per le adesioni e realizzeremo prestissimo altre iniziative di comunicazione per specificare i dettagli e le modalità. Invitiamo il nostro pubblico e tutti i destinatari di questa newsletter a farsi portavoce tra amici e conoscenti di questa iniziativa.
A presto!!

14 – 19 GENNAIO

IL MIO NOME E' CAINO

Produzione Maurizio Puglisi
Di Claudio Fava
Regia Laura Giacobbe
Con Ninni Bruschetta
Al Pianoforte Cettina Donato
Allestimento Mariella Bellantone
Costumi Cinzia Preitano
Luci Renzo Di Chio
Suono Patrick Fischella
Progetto Grafico Riccardo Bonaventura
Illustrazione Antonella Arrigo

  Spettacolo inserito in invito a teatro

Siamo lieti di condividere con voi il coronamento di un sogno diventato realtà.
siete tutti invitati mercoledì 12 febbraio alle 18,00 all’incontro/conferenza stampa
MENOTTI 2020 – STORIA DI UN TEATRO CHE NON VOLEVA CHIUDERE.

a seguire un ricco aperitivo

per info 0236592544

 

Area Metropolis 2.0
via Oslavia 8 – 20037

Paderno Dugnano
14 gennaio ore 20,30

BANDA OSIRIS
LE DOLENTI NOTE
Il mestiere del musicista:

se lo conosci lo eviti

Dopo essersi addentrata in modo irreverente nei meandri del complesso universo delle sette note, aver abbattuto i rigidi accademismi e le barriere dei generi musicali, intrecciando, tagliando e cucendo musica classica e leggera, jazz e rock, il furore dissacratore della Banda Osiris si concentra, in questo nuovo spettacolo, sul mestiere stesso di musicista.

Prendendo spunto dall’omonimo libro, la Banda Osiris trasforma le pagine scritte in un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà.  Con l’abilità mimica, strumentale e canora che li contraddistingue, i quattro protagonisti si divertono con ironia a elargire provocatori consigli: dal perché è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti più insopportabili.

Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, odiato, e, raramente, amato.

Sandro Berti (mandolino, chitarra, violino, trombone)

Gianluigi Carlone (voce, sax, flauto)

Roberto Carlone (trombone, basso, tastiere)

Giancarlo Macrì (percussioni, batteria, bassotuba)

si ringraziano gli aderenti a

supported by

2019 © . Tutti i diritti sono riservati