fbpx

26 e 27 MAGGIO ore 20.00

WORK, BITCH!

Scritto e interpretato da Marianna Folli

Collaborazione drammaturgica Teo Guadalupi

durata 55 minuti

Abbonamento COMEDY: guarda Work, bitch + Ho portato un cocomero a €20 anziché €23

Work, bitch! (Traduzione: ma vai a lavorare, stronza!) secondo le peggiori enciclopedie è: una canzone di Britney Spears; la frase di un padre bresciano schifato dai perditempo; la supplica di un compagno che non sopporta più la partner casalinga.

Partendo da questo titolo lo spettacolo si accende sul lavoro, che ha la grande capacità di rendere piene o vuote le nostre vite. Lo sa bene chi vive nella precarietà, che, come equilibrista, si muove dal pieno al vuoto, dalla frenesia al silenzio.

In un dialogo continuo con il pubblico nella forma della stand up e del teatro di improvvisazione, Work, bitch! cerca di far ridere MA ANCHE RIFLETTERE (scherzo, perché c’è sempre bisogno di specificarlo?) sulle contraddizioni e le distorsioni delle nostre vite, destinate a prendere il ritmo del lavoro che scegliamo o siamo costretti a fare. Ma mica si lavora e basta. La vita è fatta di tanto. A volte si ama, si mangia e si sta in silenzio. Per chi ci riesce. Chi ci riesce?

Marianna Folli è tragicomica sin da quando, bambina, trascriveva i gialli di Agatha Christie per poi metterli in scena. Frequenta il corso attori della Paolo Grassi di Milano e lavora in teatro con numerosi artisti, ai quali deve molto della sua formazione, tra i quali Paolo Rossi e Fausto Paravidino. In tv, su La 7 e sul 9 è a fianco di Maurizio Crozza e ricopre numerosi ruoli. Nel tempo libero suona piuttosto male il saxofono. Partecipa ai video de Il Terzo segreto di Satira ed è co-protagonista nella web serie modenese Rudi. Il debutto nel mondo cinematografico avviene nel film Call me by your name di Luca Guadagnino e a seguire Lamborghini di Bob Moresco.Scrive, con la collaborazione di Teo Guadalupi, lo spettacolo Work, bitch!