Mercoledì 28 luglio ore 19.30

Produzione Odemà Ass. Mowlab/Il filo di Paglia Teatro della Contraddizione

ODEMÀ

UNA CANZONE INFINITA

Ispirato al romanzo: Victor Jara, un canto inconcluso di Joan Jara
Da un’idea di Maria Carpaneto
Di e con Maria Carpaneto e Davide Gorla
Drammaturgia Davide Gorla
Coreografie e movimenti di scena di Maria Carpaneto
Musiche e design musicale Massimo Marce

 

Questo progetto si sviluppa metaforicamente e concretamente su diversi piani di incontro: è l’incontro tra due protagonisti della storia cilena degli anni ’60 e ’70, Joan Turner, una danzatrice coreografa di origine inglese e il cantautore Victor Jara, suo compagno di vita; è la relazione tra “Il  Tavolo verde” di Kurt Jooss, coreografia che narra gli orrori della guerra e il golpe di Pinochet; è  l’incontro tra un attore e una danzatrice; è l’urgenza di voler di far conoscere questo momento sto rico fondamentale non solo per il Cile ma per la coscienza di tutti, attraverso la memoria di Joan.

Una scommessa di scambio di ruoli che dà vita ad un linguaggio sperimentale in cui danza e teatro dialogano nell’intento di creare ponti tra la storia e il presente, attraverso la creazione di un clima di  tensione tragicomica che contraddistingue anche l’epoca in cui viviamo. 

Un percorso artistico che si sviluppa veramente in forma ibrida, un incontro tra una danzatrice e  coreografa ed un regista e attore che si prendono un tempo lungo per far incontrare e dialogare le  loro discipline, fondendole in un linguaggio essenziale.